AGI
NOTIZIE MOMENTANEAMENTE NON DISPONIBILI
Eventi & Commenti
Cronaca
Responsabile Rubrica

Anche Corato dà il suo contributo a sostegno della gente di Amatrice

25/09/2017

Anche Corato dà il suo contributo a sostegno della gente di Amatrice

 

AMATRICE, Una città da sostenere salviamo la sua bellezza, aiutiamo la sua popolazione!!!

 

E Corato dà il suo contributo unita a tutta L'Italia, sotto l'insegna di "Io non Crollo 2.0 evolution", e insieme dicono alla gente di Amatrice "non vi abbandoneremo mai".

 

A testimonianza della fraternità sentita da molte persone che dovrebbe invadere i cuori di tutti gli uomini, questo  documentario, rivela le realtà della vita e l'impegno degli uomini di buona volontà.

 

E all'insegna di questa fondata teoria, anche Corato accorre alla ripresa e alla ricostruzione di Amatrice, lo fa per mezzo di Alessandra Eviani referente per la Puglia del gruppo "io non collo 2.0 evolution", un nutrito gruppo di cittadini aggregati ad altri gruppi e associazioni di tutta l'Italia, dalla Lombardia, Veneto,  Lazio, Puglia, fino ad altre Regioni. Sono persone che si sono conosciute attraverso il Network Facebook e che si impegnano sin dall'inizio per dare manforte, con le loro raccolte di aiuti materiali e finanziari, agli abitanti di Amatrice.

 

Era così Amatrice, in tutta la sua bellezza che la rendeva attraente agli appassionati della natura e della genuinità.

Ma il destino l'ha deturpata

ha portato via centinaia di vite umane

ma l'uomo traina determinazione e...

Ora Amatrice risorge

per vivere la sua nuova vita

la sua nuova realtà

Per essere Amata

 

 

Queste parole sono state scritte ad inizio della galleria fotografica realizzata il 16 settembre 2017 visitabile attraverso i link: Link Amatrice 16 09 17 https://photos.google.com/share/AF1QipMKIt_QK8IosuilUrjjoIfNLXzEZPwTFmZeDA6iyfdHO0hdk-y4PN69AO8-OKuHfw?key=dFlmVC1uLTd2R3hDM1NPcE5hQ2d2T3E2bGFqUXpn

e il Link della galleria completa Eventi & Commenti: https://picasaweb.google.com/lh/myphotos.

Un foto/documentario realizzato in occasione dell'inaugurazione del parco giochi per bambini, donato da "Io non crollo 2.0 evolution" in collaborazione con atre associazioni e onlus di volontariato, alla presenza del Sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi ", il Presidente Marino De Santa, e Valter Padovan, Responsabile Commerciale Area 3, funzionari della "Legnolandia appaltatrice dei lavori prevalentemente in legno che si stanno realizzando ad Amatrice, evento che è stato anche occasione di incontro dei componenti di "Io non Crollo 2.0 evolution" e di altri gruppi e associazioni provenienti da tutta l'Italia.

 

In questa occasione, sono state scattate immagini alla "Zona Rossa", che è stato possibile visitare per la prima volta, visita regolata, per la sicurezza, dal Corpo dei Vigili del Fuoco che hanno anche dotato i visitatori di casco/sicurezza e hanno provveduto ad accompagnare il gruppo attraverso le macerie di Amatrice scomparsa.

 

Della giornata è stato realizzato anche un video/documentario visibile al link: https://youtu.be/_f5Q7G-o7gc dal titolo: 16 09 2017 Amatrice: visita zona rossa e ricostruzione - Amatrice 16 settembre 2017: Un  giorno per capire che solo la solidarietà combatte gli eventi negativi.  Oppure attraverso la galleria generale di Eventi & Commenti al lik: https://www.youtube.com/user/EventiECommenti/videos

 

 

Un po' di storia di dominio pubblico:

Amatrice è un comune italiano di 2.511 abitanti della provincia di Rieti nel Lazio. Fa parte della Comunità montana del Velino ed è sede del polo agroalimentare del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Nel 2015 è entrata nel club dei Borghi più belli d'Italia.

 

Storicamente è appartenuta all'Abruzzo sotto i regni di Sicilia, di Napoli, delle Due Sicilie e d'Italia, restando inclusa nel Giustizierato d'Abruzzo (1265-1273), nell'Abruzzo Ulteriore (1273-1806), nell'Abruzzo Ulteriore II (1806-1860) e nella provincia dell'Aquila (1860-1927). Dal 1806 al 1926 fu parte del distretto e poi del circondario di Cittaducale. Nel 1927, durante il fascismo, Amatrice fu aggregata alla nascente provincia di Rieti insieme a tutto il circondario di Cittaducale.

 

Amatrice, una città dalle bellezze naturali, attrazione  per coloro che sanno apprezzare quanto c'è di bello nella va: semplicità aria buone e ricchezze naturali.

 

Le prime immagini della galleria per le quali sono stati citati gli autori, rappresentano:

Il corso principale di Amatrice (2008)

Mario1952 - Opera propria

Lo Scorcio Villa San Lorenzo a Flaviano di Amatrice (RI

Progger di Wikipedia in italiano

I Maccheroni all'amatriciana, Randy OHC from West Park, New York, USA -

 

Amatrice, una città che si è vista investita da un enorme macigno che ha portato via vite umane e ricchezze naturali:

 

Terremoti del 2016 e 2017

Il 24 agosto 2016 Amatrice è stata gravemente danneggiata da un terremoto di magnitudo 6.0 della scala Richter, prodottosi alle 3:36 nell'area reatina con epicentro nella vicina Accumoli; proprio Amatrice ha pagato il maggior tributo di vite umane all'evento: sulle 300 vittime totali, ben 235 sono morte nel suo territorio, che ha visto distrutta la gran parte degli edifici pubblici e privati.

Il 18 gennaio 2017 una serie di quattro nuove scosse con magnitudo superiore a 5 ha colpito il comune, provocando nuovi crolli alle strutture già lesionate dai precedenti sismi e abbattendo quanto rimaneva del campanile della chiesa di Sant'Agostino.

E sabato 16 settembre 2017, in occasione dell'inaugurazione del parco giochi per bambini ad opera di "Io non Crollo" insieme ad altre associazioni di volontariato, siamo sul luogo per un documentario:

 

Una città che nonostante questo potente evento funesto, con le idee degli amministratori con a capo il Sindaco Sergio Pirozzi e la volontà ferrea dei suoi cittadini, Amatrice ha la forza di lottare per tornare ad essere "più bella di prima".Di questo non solo grazie all'impegno dei suoi abitanti, della sua Amministrazione capeggiata dal Sindaco Sergio Pirozzi ma grazie anche ai numerosi volontari con le loro donazioni

 

Era così Amatrice, come si vede dalla prime foto della galleria, ma qualcosa è cambiato, ma c'è ancora tanto da fare. Ai giorni d'oggi, 16 settembre 2017 vediamo ancora solo macerie e percepiamo la ferrea volontà di ripresa. Oggi, giorno in cui, tra le nuove abitazioni che stanno sorgendo ad Amatrice, è stato inaugurato un parco giochi per bambini. In questa occasione è stato presente il Gruppo di "Io non Crollo 2.0 evolution" e altri Gruppi formato da persone provenienti da tutte le parti dell'Italia, ma facciamo un po' di cronaca:

 

Alla coratina Alessandra Eviani referente del Gruppo per la Puglia compresa Corato, chiediamo, chi è "Io non Crollo 2.0 evolution"?:

 

"Io non Crollo 2.0 evolution" in collaborazione con altri Gruppi e associazioni - spiega Alessandra - è un insieme di persone che si sono conosciute attraverso Facebook e che si sono promessi di dare il loro supporto materiale e morale agli abitanti di Amatrice".

 

In che senso materiale e morale?

"Procuriamo materiale di prima necessità che ci vengono indicati attraverso i nostri referenti di zona (materiale da costruzioni, vestiari, cibo, materiale didattico ecc) tutto donato da aziende in senso totalmente gratuito"

 

Qual è la meta desiderata dal Gruppo?

"Il nostro ideale è che si possa raggiungere l'obiettivo prefissato, continuare fino alla realizzazione di quanto necessita a questo popolo".

 

Le donazioni sono solo materiali oppure anche economiche?

"Le donazioni attraverso "Io non Crollo" sono solo materiali, non trasferiamo soldi. In caso di donazioni in danaro questa vengono consegnate alle onlus abilitate che dispongono per l'acquisto di materiale che necessita per la ricostruzione e per i bisognosi"

 

 

A Roberto Morelli un altro attivista di "Io non Crollo 2.0 evolution". A lui chiediamo:

 

cosa si prova ad essere impegnati per una causa altrui, aiutare il prossimo con le proprie forze e impegnarsi nella ricerca di altri che possano aggregarsi al proprio gruppo per dare sostegno e coraggio ad altre persone?

"è un impegno importante difficile e a volte tanto criticato, - risponde Roberto - ma ciò che si prova ogni volta che scendiamo dai nostri amici colpiti dal sisma è inspiegabile e impagabile un'esperienza che arricchisce anima spirito e allarga il cuore emozioni che non si possono raccontare se non a chi li vive per capire esattamente lo spirito della solidarietà"

 

Ovviamente provi soddisfazione, ma quanta?

"Non può essere quantificata .. quando da un idea vedi realizzare un sogno, quando dopo 600 km vedi gli occhi di queste persone che ti accolgono come un fratello, la soddisfazione è racchiusa negli abbracci nelle strette di mano nel brindisi fatto nei bicchieri di plastica davanti ad un pezzo di formaggio, mentre qualcuno che non conosci ti racconta la sua terra e la sua vita mentre ti ringrazia per un tuo piccolo gesto, è un arricchimento personale una soddisfazione immensa"

 

A cosa hai pensato prima di intraprendere questa valida "missione", conoscevi l'entità dell'impegno che stavi assumendoti?

"a niente cosi come credo la maggior parte del gruppo io non crollo 2.0 evolution l'unico pensiero non posso stare fermo, e l'unico pensiero di oggi non posso fermarmi"

 

E' facile, oppure non è facile realizzare l'obiettivo che tutti voi del gruppo vi siete prefissati di raggiungere?

"è difficile, molto difficile, la gente ha perso fiducia nelle istituzioni ciò che succede quotidianamente e viene detto nei vari tg ci rende il lavoro difficile, ma siamo una banda di testoni che non molla .. credo che la nostra forza sta nel gruppo che è composta da tante persone normali con un unico scopo ma ormai ci unisce un amicizia vera ed è quello che ci fa forza quando uno di noi trova difficoltà nel raggiungere l'obbiettivo interviene subito un altro  del gruppo ,,e cosi una goccia alla volta riempiamo il bicchiere ,, è una grande famiglia una grande gruppo di amici dal cuore d'oro ma sopratutto grandi uomini".

 

A Gabriella Sandro, un'altra appartenente al Gruppo referente del Veneto, chiediamo:

 

Svolgi la tua missione sotto il simbolo di "Noi ci siamo, Uniti si può", cosa significa per te essere solidari, aiutare gli altri?

"definirla "missione" è troppo, una parola grande, - commenta Gabry - io la definisco GIOIA, gioia nel veder tornare un barlume di speranza nelle persone che incontri, gioia nel riveder spuntare un sorriso fra le loro lacrime, gioia nel stringersi l'un l'altro dicendo: UNITI SI PUO' !!"

 

Ci sono pervenuti alcuni loghi di persone che si distinguono nel Gruppo con un proprio simbolo, quanti sono i gruppi distinti che fanno capo al grande gruppo?

"MAM beyond - DANAE - AMICI DI PARIDE - NOI CI SIAMO. UNITI SI PUO' (associazioni) ; COMITATO FELTRE PER NORCIA - ARTENA SICURA  (gruppi) ; ma non dimentichiamo i tanti singoli cittadini . Praticamente un insieme di associazioni, gruppi e semplici cittadini".

 

Sin ora, tutte queste persone messe insieme cosa hanno potuto realizzare per Amatrice?

"Abbiamo iniziato singolarmente con portare aiuti di prima necessità (alimentari, vestiario, ecc.) unendo poi le forze fra noi per coordinare e collaborare al meglio. Terminata la prima emergenza ci siamo guardati negli occhi e con la consapevolezza che era solo l' inizio ci siamo TUTTI messi in gioco per la RICOSTRUZIONE  di un Paese dimenticato da uno STATO ASSENTE. E' stata aiutata la scuola di Belmonte Piceno, sia con materiale didattico che nella struttura momentanea in uso; aiutate diverse aziende con fieno, mangimi, recinzioni, e quant' altro potesse essere loro utile per ripartire con le proprie attività; sostegno a famiglie ancora indigenti della zona; realizzazione  parco giochi a "collemagrone2 di Amatrice, spero di non aver dimenticato nulla ..... LORO CHIAMANO NOI PROVVEDIAMO PER QUANTO CI E' POSSIBILE !!".

 

Quali sono i prossimi progetti?

"Sono tante le idee: realizzazione MOBIL HOME ; parco giochi a Belmonte Piceno ; Biblioteca ad Amatrice. Insomma continuare fino a che abbiamo le forze per combattere l'indifferenza!!!"

 

 

A Marino De Santa, Presidente della Udinese "Legnolandia", (Legnolandia is  certified EN-ISO 9001-14001 - Pefc&Fsc), appaltatrice dei lavori, prevalentemente in legno, che si stanno eseguendo ad Amatrice, chiediamo:

 

La scelta del legno è  una scelta idonea e appropriata per ricostruire Amatrice?

" Abbiamo realizzato assieme alla Filiera Legno FVG l’intervento principale di Amatrice e Norcia".

 

Per queste opere è stata scelta Legnolandia sicuramente ci saranno motivi validi, quali?

"Legnolandia forte della esperienza maturata nella ricostruzione del Friuli, dell’Irpinia e dell’Emilia con le sue costruzioni in legno, ha portato in Centro Italia un modello ricostruttivo che fa perno sulla indiscussa proprietà di questa materia prima rinnovabile per eccellenza"

 

Che tipo di legno viene utilizzato per i lavori di Amatrice? Come vengono trattati i manufatti?

"Il Legno: NATURALE, SOSTENIBILE, ANTISISMICO, LEGGERO E VELOCE"

 

In dettaglio, qual è la caratteristica che si realizza con le vostre procedure usate per le costruzioni?

"Teniamo in primo luogo la sicurezza, - spiega il Presidente - e la velocità di esecuzione. Basti pensare che abbiamo realizzato il Padiglione Polifunzionale di Norcia in soli 48 giorni e l’intero intervento di Amatrice in meno di 6 mesi in cui abbiamo affrontato nelle fasi di esecuzione, una nevicata di quasi 2 metri di neve e tre scosse sopra il 5°.

Questi i vantaggi. Costruire col legno delle foreste Italiane, poco sfruttate, con una materia prima totalmente rinnovabile che nel suo sviluppo, imprigiona la CO2 e produce ossigeno, dovrebbe diventare un esempio da ripetere in quelle zone. Le costruzioni risultano  molto più veloci, perché essendo a secco ( non si usa acqua ) non sono necessari tempi di maturazione e la costruzione ha tempi velocissimi".

 

In ordine di importanza quali sono i lavori che avrebbero la precedenza sugli altri?

"Abbiamo detto che il nostro riferimento è  "IL SISTEMA FRIULI”. Prima le fabbriche, poi i luoghi di aggregazione sociale, poi le chiese e le opere d’arte.

Questa è la sequenza che permette alle persone di rimanere sul posto (il lavoro e le fabbriche) poi i luoghi di aggregazione (Scuole, Municipi, Associazioni), poi infine le chiese, i monumenti e le opere artistiche. (troppo spesso per recuperare in tempi veloci questo tipo di opere si sono fatte delle porcate) 

 

Ecco, questo è tutto. Cosa faremo da ora in poi?

Saremo presenti sul cratere del terremoto per altre opere ma soprattutto per mettere a disposizione delle popolazioni disastrate la nostra esperienza e quando possiamo (come per il parco giochi di Amatrice) anche il nostro buon cuore. Poi quando si incontra gente da cuore grande come voi, tutto questo si avvera".

 

 

Anche il  Funzionario della stessa "Legnolandia", Valter Padoan, Responsabile Commerciale Area 3, ha delle risposte incoraggianti alle nostre domande:

 

Ovviamente, il legno, che si identifica come materiale "antisismico", come ha detto il Presidente di Legnolandia, Marino De Santa, ha trovato una giusta collocazione per Amatrice. Oltre ai lavori finora realizzati e quelli che sono ancora in fase di ultimazione e progettazione, cosa può dirmi lei del parco giochi?

"Trattasi di un parco giochi inclusivo dove i bambini potranno giocare senza limitazioni - prospetta De Santa -".

 

Questo parco è stato generato da un suo progetto, si sente appagato per averlo realizzato?

"Sviluppare questo progetto è stato per me una soddisfazione immensa, ancora grazie alle persone e alle associazioni che hanno contribuito a questo progetto unico e speciale per i bambini di Collemagrone, al comune di Amatrice e a tutti quelli che hanno lavorato  con passione e grande professionalità".  

 

Quali saranno i frutti che il parco potrà dare nel futuro?

"Sicuramente - conclude De Santa - questo parco porterà  apertura, gioia, vivacità ai bambini di Collemagrone".

 

Il Sindaco Sergio Pirozzi, presente all'inaugurazione del parco giochi si è detto soddisfatto della realizzazione del parco e di altri lavori che si stanno realizzando attraverso l'impegno di persone dal buon cuore e di buona volontà e rivolto ai presenti ha detto:

 

"Grazie di cuore per tutto quello si sta realizzando con il vostro impegno".

 

Poi ha ha invitato i bambini a provare i giochi e ad accettare le caramelle che alcuni suoi amici hanno fatto pervenire su posto. E a conclusione tra il commiato sono echeggiati i sorrisi e parole di incoraggiamento per un breve arrivederci a nuovi eventi.

 

Noi, con la speranza che per Amatrice si possa fare di più, concludiamo dicendo:

"Grazie a quanti sono citati in questo articolo per il ruolo di cui sono investiti, e a coloro che nell'anonimato usano buon cuore per prodigarsi nella solidarietà umana, grazie per quanto ognuno di loro riesce a dare con il loro impegno"

 

e ci licenziamo con una convinzione: "solo se l'uomo si immedesima nel proprio simile, memore di un antico detto (Non fare ad altri quel che non vuoi sia fatto a te) e se è consapevole che la vita non è fatta solo di benessere personale, ma anche di reciproca comprensione, solo allora si potrebbe vivere all'insegna dell'umanità".

 

                                                                               Giuseppe Arbore

DI’ LA TUA, SCRIVI UN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO
Per rilasciare un commento occorre essere registrati al portale. Se non sei registrato Clicca qui
sabato 15 dicembre 2018
News Brusess, la Mongolfiera Andria wellness
06 03 14 Cseificio Maldera Corato Executive Center
Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di altri siti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie CLICCA QUI.
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie OK